Come abbinare il Greenery, il colore del 2017 secondo Pantone

Come abbinare il Greenery

Come abbinare il Greenery è la domanda del giorno perché noi di Micaela Italian Charme cerchiamo di non lasciarci mai sorprendere dalle nuove tendenze, soprattutto in fatto di colore!

Pantone ha decretato il colore che caratterizzerà il 2017, scegliendo il Greenery, un tonalità di verde molto originale.

È un colore ispirato alla natura, al verde dei prati, che avrà indubbio successo nel campo dell’arredamento e della moda.

È una tonalità di verde frizzante e gioiosa che noi amiamo da sempre e che ha reso nuove molte delle vostre vecchie pellicce.

Il Greenery per noi non costituisce una novità perché cerchiamo di essere sempre un passo avanti, ma come abbinare il Greenery può non essere per tutti un’azione istintiva.

In un mondo sempre più tecnologico e virtuale, Pantone ha inteso lanciare un colore totalmente ispirato alla natura che si discosta in maniera netta dai colori artificiali imperanti nel campo della grafica e anche della moda.

Oggi lo celebriamo con un accessorio, un collo di pelliccia che potrà rinnovare qualsiasi vostro capo in panno, in lana o in pelle, un tocco di novità, un colore che saprà rapirvi e condurvi in un anno che si preannuncia totalmente diverso.

Come abbinare il Greenery quando è il colore di una pelliccia?

Consigliamo di abbinarlo con un ral di grigio per arricchire un look severo, con collant 70 denari gonna a tubo e cappotto tutto nella tonalità prescelta di grigio, ma crediamo che questa sfumatura di verde possa avere molte possibilità di accostamento.

Pensate, ad esempio, ad un cappotto panna, che vira leggermente al burro, ed immaginate il nostro collo di pelliccia adagiato sul suo bavero, oppure ad un giacca in pelle color tabacco, un tocco di Greenery ed il gioco del “rinnova il look” è fatto!

Ma se avete davvero voglia di osare, nel nostro atelier potete trovare capi in pelliccia e in shearling nella tonalità dell’anno.

Nelle prossime news avremo ancora molti consigli per voi su come abbinare il Greenery il nuovo colore dell’anno e su come rinnovare i vostri vecchi capi di pelliccia e renderli non semplicemente moderni ma addirittura contemporanei!

Come vestirsi nei giorni di festa: una pelliccia e 4 abbinamenti

Come vestirsi nei giorni di festa

Come vestirsi nei giorni di festa, ci avete già pensato?

Li avete già scelti i vostri outfit per i giorni di festa o siete ancora nel pieno mood del come vestirsi nei giorni di festa?

Noi oggi vi sfidiamo a vestire lo stesso soprabito in 4 abbinamenti completamente diversi.

Abbiamo scelto uno dei capi della nostra nuova collezione, uno smanicato in volpe lungo fino al ginocchio, eclettico, giovane, glamour, e di una tonalità calda e versatile.

Lo immaginiamo la mattina del 24 dicembre, abbinato a pantaloni skinny e maglioncino dolcevita, tutto in una splendida tonalità color panna. Scarpe stringate color cuoio e maxi bag per contenere gli ultimi regalini della corsa allo shopping finale.
Splendide e modernamente chic per le vie del centro della vostra città!

La sera della Vigilia siamo certi vorrete sfoggiare l’eleganza più classica. Via libera al nero, declinato in un tubino con stivali al ginocchio e piccola clutch preziosa. Il nostro capospalla darà all’insieme una nota grintosa!

Come vestirsi nei giorni di festa e l’eleganza discreta del nero, che sarà perfetta per la sera del cenone, sia che lo trascorriate in casa, sia che abbiate deciso di cenare fuori.

Per il pranzo di Natale vi suggeriamo di scegliere tonalità neutre, quasi sabbiate, un abito di chiffon, preziose flat glitterate e una splendida borsa color cuoio.

Il minimal chic sposerà magnificamente il nostro smanicato, i vostri commensali non avranno occhi che per voi. Come vestirsi nei giorni di festa può quindi avere anche un tocco parigino.

La sera del 25 avrete sicuramente voglia di amici e divertimento, siate golden allora, siate preziose!
Abito dorato e sandali vertiginosi, un pizzico di glamour per una sera di puro divertimento.

Il 26 dicembre vi consigliamo un look sporty chic, camicia e panatloni in denim, piccola clutch dai dettagli preziosi e stivaletti di velluto blue.

Ecco le nostre 4 idee di outfit per i giorni di festa, un unico capospalla per 4 meravigliosi look da far girare la testa!

Salva

Salva

Poncho in visone giallo limone e io mi sento Diva

Poncho in visone giallo

Il poncho in visone giallo limone appena uscito dal nostro laboratorio di pelliccia è uno spunto per raccontarvi una storia.

Una vecchia pelliccia può essere ricostruita per taglio o modello, può diventare corta, aderente, trasformarsi più o meno magicamente in uno smanicato o in un gilet, diventare addirittura una coperta per il divano e – grazie a una cintura in vita, fantasia e due minuti – passare dalla poltrona alle spalle in modalità mantella come se niente fosse.

Facciamo di tutto con le pellicce che ci affidate, ma la nostra specialità è senz’altro quella di renderle uniche attraverso l’uso, l’abuso e l’amore folle per il colore.

Come prima cosa sappiate che non abbiamo paura di osare, MAI, perché la donna alla quale ci rivolgiamo è glamour, femminile, al quadrato per eleganza e autostima, equipaggiata di tutto eccetto che del timore di bucare gli schemi, di fare voltare la gente per strada, di distinguersi. In una parola: di PIACERE.

E se per piacere occorre prima di tutto piacersi, sappiate che il secondo nostro obiettivo, dopo avervi fornito del coraggio di sperimentare, è mettervi uno specchio davanti non solo per raccontarvi che siete belle, ma per convincervi che siete uniche.

Immaginate un poncho in visone giallo limone dal sapore intenso, definito, deciso come la donna che la saprà indossare.

Una pelliccia riciclata simile a una di queste immagini, per intenderci.

Potrete sfilare questo capo dall’armadio o sollevarla dal sofà, così come potrete indossarla con una gonna ad astuccio che arriva lunga al ginocchio o con un pantalone Capri.

Una scarpa vertiginosa o una ginnica usurata e questa cappa gialla.

Un foulard al collo o una coda alta sulla nuca. Per una cena a base di crudité di pesce o per una pizza al taglio che vi restano sporche le mani.

Per tutto quello che vorrete, per ogni luogo, ogni ora. Un poncho in visone giallo non ha limiti di outfit.

Per ogni dove in cui non sia presente l’incertezza di sentirvi Dive sempre.

Poncho in visone giallo

Sciarpa di pelliccia colorata: accessorio moda quattro stagioni

Sciarpa di pelliccia colorata

Una sciarpa di pelliccia colorata è un accessorio quattro stagioni nel guardaroba di una donna e in tutti i suoi outfit.

Se è vero che le tentazioni abitano nei dettagli, è anche vero che spesso sono i dettagli che fanno la differenza di un look, attentando alla banalità del vestire quotidiano.

Certi accessori di pelliccia sollevano un umore e riempiono di meraviglia certi occhi che ci guardano per caso e finiscono per restare incollati per scelta.

Una fur scarf è uno di quei complementi moda must have che qualsiasi donna dovrebbe pretendere di avere nei cassetti dell’armadio.

Come indossare una sciarpa di pelliccia colorata tutto l’anno?

È imprescindibile in inverno e gradita in estate, quell’extra cool quattro stagioni da infilare in borsa nelle mattine gelide di gennaio e da strizzare in borsetta anche nelle sere fresche d’estate.

Non potrete farne a meno in qualsiasi gelida mattina, quando un look richiede sia colore, sia calore.

Immaginate, poi, di uscire per un aperitivo di luglio, magari a bordo piscina, indossando una sottoveste di seta bianca, la stessa con cui andate a dormire, per intenderci.

E ipotizzate di buttarci sopra un foulard di volpe multicolor all’ultimo minuto, in caduta libera sulle spalle abbronzate e in liaison con un anello corallo, sfacciatamente grande, dichiaratamente navajo.

E da subito percepitevi a vostro agio, affatto accaldate, perché i materiali naturali e trattati con le giuste cure non sono mai eccessivi, semplicemente proteggono e mantengono la temperatura di default della pelle.

Con la stessa sciarpa di pelliccia colorata, infine, visualizzatevi sedute al tramonto, a sorseggiare vino ghiacciato, a ondeggiare mano, bicchiere e anello, a fluttuare i colori del vostro accessorio di pelo che dal collo cade su un fianco, scivola sulla seta, passeggia sulla schiena e prende fiato sul tavolino, a lato chips.

Immaginatevi immense e uniche in un fur accessory appena, a trasudare solo stile, a masticare estate lasciando a casa ordinarietà.

Una sciarpa di pelliccia colorata, magari anche di pelliccia riciclata come le nostre, è accessorio moda quattro stagioni che non teme il freddo dell’inverno, né si nasconde al caldo dell’estate.

 

Sciarpa di pelliccia colorata

 

Rimettere a modello una pelliccia: disfare e riciclare i capi vecchi

Rimettere a modello una pelliccia

Rimettere a modello una pelliccia potrebbe diventare un vero e proprio jingle: disfare, riciclare e quasi mai gettare.

È pensiero comune ritenere che l’arte del fare moda abiti unicamente nel nuovo, nel creato a partire da un’idea, nel “da zero a cento” che conduce un capo di abbigliamento da un progetto a un attaccapanni.

Allo stesso modo, l’arte del recupero, che trasforma qualcosa di vecchio in qualcos’altro di inedito e altrettanto à la page, a volte è guardata con meno attenzione, con minore entusiasmo, come se una rinascita fosse meno creativa e degna di nota di una nascita.

Oggi, con le immagini del nostro atelier di pellicceria in pieno fermento, vogliamo raccontarvi invece un’altra storia.

La storia di oggi è quella che sta alla base della nostra attività e della filosofia che la guida.

Una storia di moda fatta di taglia e cuci, di studio dei materiali di pelo prima della trasformazione, di risanamento delle pelli, di bozzetti, di idee fashion e attuali da rendere protagoniste per quello stesso capospalla che il più degli stilisti non degnerebbe di un solo sguardo.

Rimettere a modello una pelliccia è nostro principale mestiere, perché crediamo che il vero bello resti bello per sempre.

Rinnoviamo le vecchie pellicce perché trattiamo bene i ricordi, rispettiamo gli animali di ieri e quelli di oggi, perché abbracciamo le sfide e perché sappiamo trattare le pelli da più generazioni e vogliamo continuare a farlo con la coscienza ecologica di oggi.

Frugate, quindi, nei vostri armadi e in quelli di mamme, suocere o nonne e, ad ogni pelliccia polverosa ritrovata, immaginate il piano B che si merita.

Ipotizzate di rimettere a modello una pelliccia di un altro colore, con il revers o senza, sfiancata o lineare, con le maniche a tre quarti e una felpa grigia che le sbuca a partire dai gomiti, a bomber, a gilet, a stola da buttare sopra il cappotto di jersey che indossate per andare a fare la spesa.

E immaginate quelle pellicce rifatte come se fossero autentiche.

Come una donna bellissima che il tempo forse potrà increspare ma che, se saprà amarsi e prendersi cura di sé, resterà inevitabilmente sorprendente anche con il passare degli anni.

Contattaci qui per richiedere info, per fissare un appuntamento o per scoprire più da vicino come operioamo per rifare le pellicce.

Rimettere a modello

Rimettere a modello

Rimettere a modello

Rimettere a modello

Pellicceria Porto Piccolo: qui facciamo le cose in grande

Pellicceria Porto Piccolo

La nostra pellicceria Porto Piccolo appena aperta è un concept store dal respiro lungo, dove le suggestioni si fondono e i sensi si confondono.

Qui il significato di acquistare una pelliccia rimessa a modello assume il senso più ampio di scegliere una situazione, non solo da indossare ma soprattutto da vivere.

Abbiamo aperto questo spazio permanente di pellicce riciclate a Porto Piccolo, esclusivo borgo ecosostenibile che si affaccia sulla baia di Sistiana, a pochi passi da Trieste e a un’ora scarsa da Venezia.

Il nostro fur shop si incastona in un ferro di cavallo su acque cristalline, pensato come un paese marinaro contemporaneo, dove, tra appartamenti e negozi, si passeggia con le borse di paglia in mano e il sole in faccia.

Qui le barche attraccano, gli edifici si immedesimano e la tecnologia accompagna ogni confort senza far sentire la sua presenza. Quale momento può essere migliore per un pomeriggio di shopping di qualità?

Abbiamo scelto di aprire uno dei nostri spazi di pellicce trasformate in vendita, perché non c’era luogo che potesse supportare la nostra filosofia meglio di questo.

La Pellicceria Porto Piccolo è stata concepita per fare le cose in grande, ma con classe e piglio sofisticato. Proprio come il luogo che ci ospita.

Più che una destinazione e un punto esatto su una cartina, stavamo cercando un’atmosfera, un ambiente glamour capace di raccordarne altri mille, dove un capo unico come una pelliccia riportata a nuova vita potesse sentirsi ancora una volta valorizzato, libero di essere scelto, osato.

Potrete toccare con mano il valore di una rivalutazione, acquistare un gilet di volpe color giallo zafferano con il costume sotto e la sabbia ancora sulla pelle, abbinarci quel sandalo multicolor acquistato chissà dove, magari a Positano, e senza troppo pensare uscire per l’aperitivo con ancora l’etichetta in mano.

Vi aspettiamo nella nostra Pellicceria Porto Piccolo perché anche le idee più sottili qui spaziano meglio. Respirano bellezza, allungano lo sguardo, escono dagli schemi e pensano in grande.